Disturbi Stress Correlati

Stress... Una parola ormai entrata a far parte del linguaggio quotidiano.

Il termine stress deriva dal latino “stringere”, in particolare dal participio passato “strictus” che significa “stretto, angusto, serrato” e fu impiegato per la prima volta nel 1936 da Hans Selye, il quale lo definì come “risposta aspecifica dell’organismo ad ogni richiesta effettuata su di esso”. Lo stress, pertanto, è la risposta psicofisica ad una quantità di compiti emotivi, cognitivi o sociali percepiti come eccessivi.

La durata dell’evento stressante permette di distinguere in due categorie: lo stress acuto, si verifica una sola volta e in un lasso di tempo limitato, e lo stress cronico, quando lo stimolo e la risposta ad esso sono prolungati.

Lo stress può essere provocato da svariati fattori tra cui troviamo: eventi della vita che richiedono cambiamenti psicofisici o un grande dispendio di energia (matrimonio, nascita di un figlio, morte di una persona cara, divorzio, pensionamento...); cause fisiche ( malattie organiche, abuso di fumo e di alcol, gravi limitazioni nei movimenti...); fattori ambientali (la mancanza di un’abitazione, ambienti rumorosi...)

I sintomi dello stress si possono manifestare su diverse aree del funzionamento della persona e possono essere: fisici (mal di testa e/o di schiena, tensione muscolare, mal di stomaco, tachicardia, ipersudorazione, accelerazione del battito cardiaco, agitazione e irrequietezza, disturbi del sonno, stanchezza...); comportamentali (bruxismo, aumento dell’uso di alcolici, alimentazione compulsiva, difficoltà nel portare le cose a termine...); emozionali (pianto eccessivo o incontrollato, nervosismo, rabbia, senso di solitudine e/o di impotenza...) e cognitivi (difficoltà nel formulare pensieri chiari e nel prendere decisioni, dimenticanze, carenza attentiva, preoccupazioni pervasive, carenze mnestiche...).

Dopo anni di ricerca, nel 2013, l’Associazione Psichiatrica Americana (APA) è giunta alla pubblicazione dell’ultima edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali (DSM-V).

Nella categoria Disturbi correlati a eventi traumatici e stressanti del DSM-V troviamo:

La Dott.ssa Serafini ricorda l'importanza di non effettuare auto-diagnosi

N.B.: I Disturbi stress correlati (disturbo da stress post-traumatico e disturbo acuto da stress) non sono più categorizzati nel gruppo dei Disturbi d'ansia come invece avveniva nel DSM-IV-TR (2000).

Vuoi contattare la Dott.ssa Serafini?

Per maggiori informazioni o per prenotare un colloquio invia un'email o chiama il numero 339 1337577